Italiano English Deutsch

Arte, storia e personaggi

Le origini di Brescello risalgono all’epoca preistorica e i primi popoli sedentari furono i Galli Cenomani che diedero il nome di Brixellum ai territori conquistati nella valle del Po. Intorno al 190-189 a.C. la località divenne colonia romana, importante dal punto di vista economico e strategico per la possibilità di avere il controllo di un tratto chiave del fiume.
Brescello fu nominata sede vescovile nel 389 d.C. (il primo vescovo fu Genesio, oggi santo protettore del paese).
Le truppe guidate dal re longobardo Agilulfo (nel 603) e una serie di devastanti alluvioni (nel 589 e intorno al 605-610) rasero quasi completamente al suolo la città riducendola ad uno strato di fango e sabbia. Fu così che cessò di esistere la Brixellum gallo-romana.
Nel XII secolo Brescello dipendeva politicamente da Parma, mentre nei secoli successivi la storia del paese riflette l’avvicendarsi delle diverse signorie: i Correggeschi, i Rossi, i Visconti, gli Sforza, fino agli Estensi nel 1479.
Le cruenti battaglie per conquistare il predominio sulla città indussero gli Estensi a progettare e costruire una cinta muraria pentagonale con fossato, facendo di Brescello una città-fortezza. Nel 1704 le mura e la rocca furono distrutte dagli spagnoli e il paese sprofondò di nuovo nell’anonimato per oltre un secolo. Il governo estense continuò fino al 1861, anno in cui Brescello entrò a far parte del Regno d’Italia.


arte-storia-personaggi